Cellulite: le soluzioni mediche per combatter

Cellulite: le soluzioni mediche per combatter

Studio Remedia in Eccellenze Milanesi sull'insertoSette” del Corriere della Sera

Lo Studio Remedia della dott.ssa Giuliana Giandoso da dieci anni si occupa degli inestetismi e delle problematiche prettamente femminili

Da oltre 10 anni, lo Studio Remedia della dott.ssa Giuliana Giandoso si avvale dell’utilizzo combinato di Dietologia e Medicina Estetica per affrontare in modo nuovo e  completo la bellezza e il benessere della persona, con trattamenti e cure personalizzate di grande efficacia. Mediante le tecniche strumentali più attuali, Remedia risolve sia le problematiche legate all’alimentazione scorretta e al sovrappeso, sia il singolo inestetismo del corpo e del viso. Si va dalle diete personalizzate, rivolte a sovrappeso, obesità, stati fisiologici (gravidanza, allattamento, menopausa), patologie, intolleranze alimentari, fino ai trattamenti medici estetici per il viso e il corpo, orientati alla naturalezza nei risultati e al benessere individuale in tutta la sua complessità. Con elevati standard di sicurezza, è possibile rimodellare il corpo, tonificarlo, eliminare i cuscinetti e la cellulite o restituire al viso un aspetto più giovanile e fresco, rispettando la naturale fisionomia di ogni volto nelle diverse fasi della vita. La dott.ssa Giandoso è un medico chirurgo specializzato in Igiene e Medicina Preventiva, con indirizzo Sanità Pubblica (Igiene degli alimenti e Prevenzione delle malattie metaboliche). Diplomata in Medicina a Indirizzo Estetico all’Agorà di Milano e in Nutrizione Biologica alla S.E.N.B (Società Europea di Nutrizione Biologica), dal 1990 lavora nell’ambito della Dietologia, della Nutrizione e della Medicina Estetica.

Uno degli inestetismi più diffusi e odiati dalle donne è senza dubbio la cellulite. «La cellulite colpisce le donne di ogni età e conformazione fisica - spiega la dott.ssa Giandoso - e solo una piccolissima percentuale è davvero immune al problema. Nasce da squilibri del sistema micro-circolatorio che interessano il tessuto sottocutaneo, riconducibili a diversi fattori quali la predisposizione genetica, l’equilibrio ormonale, l’alimentazione e le abitudini comportamentali. Ogni cellulite è diversa, riconoscere la propria è il presupposto essenziale per individuare il rimedio più adatto per combatterla. Grazie a un’accurata anamnesi il medico può formulare una diagnosi puntuale e intervenire su diversi fronti: dalla correzione dei comportamenti alimentari e degli stili di vita che possono aggravare il problema (sovrappeso, sedentarietà, fumo) ai trattamenti medici adatti al singolo caso. Tra le nuove metodologie non chirurgiche per affrontare la cellulite, la liposcultura ultrasonica (MC1) è sicuramente quella che si differenzia in modo sostanziale dalle altre tecniche disponibili sul mercato. Il trattamento si effettua con un massaggio meccanico mediante uno speciale manipolo, che emette ultrasuoni a bassa frequenza in grado di rompere le cellule adipose e permettere la fuoriuscita del grasso. Senza dover ricorrere alla liposuzione, e senza alcun rischio per la pelle, si ottengono fin dalle prime sedute importanti risultati nella riduzione degli accumuli adiposi, della cellulite e nel rassodamento dei tessuti, che appaiono più tonici ed elastici. Un altro sistema utile, sia per la cellulite sia per le adiposità, è la carbossiterapia, ossia piccole iniezioni sottocutanee di anidride carbonica che svolgono un’azione vasodilatatrice – che permette l’eliminazione dei liquidi – e creano inoltre lipolisi, agevolando la scomparsa dei cuscinetti. A seconda dello specifico caso si ricorre inoltre alla mesoterapia, all’elettrolipolisi (microiniezioni ad azione lipolitica e drenante) o all’azione combinata di radiofrequenza bipolare, luce a infrarossi e aspirazione vacuum».



Condividi news e promozioni su

Facebook Twitter